Granata

martedì 3 novembre 2015






Ho creato questa collana con rame, perle di granato e quarzo rosa, e perline rosse ceche.

Devo ammettere che adoro i melograni per tutta una serie di ragioni!
Il primo e più importante è il suo significato simbolico: anticamente il melograno era un simbolo sia di Vita che di Morte grazie al suo succo rosso come il sangue, il sangue del sacrificio e quello mestruale, e all'abbondanza di semi al suo interno.
Presto divenne il frutto sacro a diverse divinità che presiedevano alla Vita e alla Morte:
_ Kore-Persefone-Proserpina, che, dopo il ratto operato da Ade, mangiò negli Inferi tre semi di melograno che la costrinsero a trascorrere lì tre mesi all'anno. In questo mito la Dea rappresenta il ritrarsi della Vita durante la stagione invernale e il suo ritorno in primavera, così Kore è il simbolico seme che in autunno discende nella terra, lì giace nel periodo invernale durante il quale mette radici, e da lì spunta in primavera la nuova pianta.
_ Dioniso-Bacco-Fufluns, il patrono di tutti i frutti succosi (come era anche l'uva) che erano il simbolo dell'abbondanza dei doni della Natura, il primo dei quali è la Vita stessa e questo Dio fu una rappresentazione della spinta a vivere selvaggiamente e completamente la nostra vita. Così questo Dio rappresenta il frutto maturo e la stagione estiva.
_ Mater Matuta, un'antica Dea venerata nella mia terra, la Campania, la quale presiedeva alle nascite e veniva rappresentata solitamente o come una donna assisa con in braccio i suoi molti figli o come una donna con in mano un melograno e una colomba.
_ Era, che presiedeva ai matrimoni e alle nascite; nei tempi antichi le donne che desideravano rimanere incinte le offrivano in voto melograni nel suo santuario presso il fiume Sele, credendo che avrebbero avuto tanti figli così come il frutto possedeva tanti semi. Oggi restano solo rovine dell'Heraion, il grande santuario, ma Era con in mano un melograno vive in quella che possiamo considerare la sua reincarnazione: la Madonna del Granato, la cui chiesa sorge in una zona vicina all'antico santuario.

La seconda motivazione è che adoro questo frutto così come adoro mangiarlo nelle stagioni in cui è possibile trovarlo presso i rivenditori di frutta e ortaggi.
Quando lo mordi è come se stessi mangiando il frutto dell'abbondanza della Terra, il suo sforzo durante l'estate per far crescere e maturare il frutto e il suo particolare sapore è un'incanto dal gusto inconfondibile mentre i suoi semi incantano gli occhi ricordando la bellezza e i colori del rubino.

Infine devo spiegarvi il perchè della scelta dei minerali che ho usato, e accennarvi le loro proprietà terapeutiche.
Essendo il melograno un emblema della vita e un simbolo delle Dee e degli Dei sopra citati, ho scelto di combinare il granato (che aiuta a superare umori e sentimenti tetri e oscuri per altri più gioiosi e luminosi, aiuta ad amare la vita e a viverla in maniera più attiva e in armonia con gli altri) con il quarzo rosa (che apre il nostro cuore agli altri insegnandoci ad essere più comprensivi e compassionevoli e a riconoscere il nostro ed altrui valore e a dargli l'importanza che merita), due cristalli che possono essere considerati dei doni divini per la nostra vita in modo da viverla non da soli, ma condividendo questo dono prezioso con gli altri. Se vogliamo guardare anche al corpo fisico, questi cristalli contribuiscono a mantenere in salute gli apparati circolatorio e sessuale, proprio quegli apparati che presiedono alla vita e alla sua procreazione.

Spero vi piaccia così com'è piaciuto a me farla! :)



I made this necklace with copper, beads of garnet and rose quartz, and red czech beads.

I have to admit that I adore pomegranates for a lot of reasons!.
The first one and most important is the symbolic meaning: in ancient times pomegranate was a symbol of both Life and Death thanks to its juice which is red as blood, the blood of sacrifice and the menstrual blood, and thanks to the wealth of seeds.
Soon it became the sacred fruit of all those Goddesses and Gods who presided over Life and Death:
_ Kore-Persephone-Proserpina, who ate three pomegranate seeds when she arrived in the Underworld after Hades's rape, so that she had to spend there three months each year. In this myth the Goddess represents the retiring of Life during the Winter season and the returnig of Life in Spring time, so Kore is the symbolical seed which in autumn descends in the earth, there rests in winter the period in which it takes root in the soil, and from which the new plant sprouts in spring.
_ Dionysus-Bacchus-Fufluns, who was the patron of all juicy fruits (such as also grape) that were symbol of the abundance of Nature's gifts, of which the first one is Life itself and this God was a representation of the urgency to live savagely and completely our own life. So this God represents the ripened fruit and the summer time.
_ Mater Matuta, an ancient Goddess worshipped in Campania (Italy) and who presided to the births and was usually represented as a seated woman bringing in her arms all her children or as a woman bringing in her hands a pomegranate and a dove.
_ Hera, who presided over marriage and births; in ancient times women who desired to be pregnant brought pomegranates to her altars in her sanctuary near Sele river, because they believed they would have a lot of children as the fruit had a lot of seeds. Nowadays some ruins remain of the great sanctuary, but Hera with the pomegranate in the hand lives in what we can consider her new reincarnation: the Madonna del Granato (Madonna of Pomegranate), whose church stands in an area near the ancient sanctuary.

The second reason is that I adore this fruit and I adore eating it in the seasons when we can find it at the greengrocer.
Eating it is like you're eating the fruit of the wealth of the Earth, its labor during the summertime to make the fruit grow and ripen and its particular taste is an enchantment of enjoyment while its little seeds charm your eyes with their colour which recalls the colour and the beauty of the ruby.

Finally I have to say something about the crystals I used. Being pomegranate an emblem of life and a symbol of the Goddesses and Gods described above, I choose to combine the garnet (that helps in coming out from gloomy mood and feelings to joyous ones, helps to love life and living it in a more active way and in harmony with other people) with rose quartz (that opens our heart to the others teaching us the importance of being sympathetic and compassionate and teaching us to recognise our and others' value and not to play down the importance of it), two crystals that can be considered divine gifts to our life in order to live it not alone, but sharing this precious gift with others. If we want to see also to the physical body, both crystals help to keep in health the circulatory system and the sexual organs, the apparatuses that preside to life and its procreation.

Hope you'll enjoy it as I did makin' it! :)


Made With Love By The Dutch Lady Designs